Jumbo Headline!

Got something important to say? Then make it stand out by using the jumbo headline option and get your visitor’s attention right away.

Ray Ban Small

Ma fra trame deboli e attori tutti bravi ci riserverà ancora qualche altra sorpresa?Ha 18 anni quando capisce che il movimento sincronizzato alla musica è tutta la sua vita ed è sempre nella sua mente. Frequentatore di discoclub dove dà il meglio di sé come ballerino dilettante, dopo aver terminato il liceo a Los Angeles, si trasferisce a New York per frequentare la prestigiosa e selettiva Julliard dove si specializza in danza e recitazione. Terminati gli studi comincia a lavorare sia come attore che come ballerino, ma New York è troppo ardua per i suoi gusti, così ritorna a casa, dove si mette in luce come coreografo.Coreografo a HollywoodApertamente omosessuale, Shankman comincia a lavorare a Hollywood curando le coreografie di una lunga serie di pellicole: dai sequel Weekend con il morto 2(1993) e La famiglia Addams 2 (1993, la scena del balletto del campeggio dove Mercoledì viene rinchiusa è opera sua) ai mediocri Lezioni di anatomia(1994), Promesse e compromessi (1995) e Tank Girl (1995), ma anche Casper (1995), Don Juan De Marco maestro d’amore (1995), Scambio di identità (1996), Una vita esagerata (1997), Boogie Nights L’altra Hollywood (1997), George re della giungla.? (1997), Svolta pericolosa (1997), l’horror Relic L’evoluzione del terrore(1997), Inspector Gadget (1999), Sperduti a Manhattan (1999), Piovuta dal cielo (1999), Kiss me (1999), Sbucato dal passato (1999), il demenziale Gigolò per sbaglio (1999), il fantascientifico Mission to Mars (2000) e Prova a prendermi (2002).

Dopo Giù per il tubo del 2006, ha prestato la sua voce al personaggio di un orco nel cartoon indipendente Il giorno del corvo, opera di un team di giovanissimi videomaker francesi. “Quando torno a New York conclude dirò a Robert De Niro (coprotagonista in Ronin) che oggi era qui con me insieme a voi. Magari così ritornerà a Giffoni dopo esserci stato nel 1982”.Quando Eric Besnard afferma che voleva fare un film “champagne”, tra bollicine che frizzano e cristalli che tintinnano, viene subito in mente Duplicity e ai continui brindisi a suon di intrighi dell’accoppiata Julia Roberts/Clive Owen.

Ma tornando indietro nel tempo c’è da dire che sin dall’uscita di Songs Of Experience, la canzone “Love Is Bigger Than Anything its way” ha avuto un forte impatto positivo sui fan e sul pubblico in generale, tanto che la band stessa ipotizzo da subito che potesse diventare singolo ufficiale, come difatti così è stato . “Love Is Bigger Than Anything Its Way” è uno dei brani più intimi e dolci dedicato ai figli, avente un ritornello che non lascia spazio a molteplici interpretazioni. Il suo sound è chiaramente molto vicino al pop ma riesce a non fondersi mai coi cliché trash del genere.

Lascia un commento