Jumbo Headline!

Got something important to say? Then make it stand out by using the jumbo headline option and get your visitor’s attention right away.

Ray Ban Da Sole Uomo

La figlia di Charlie Chaplin ha da sempre fatto i conti con l’eredità del padre. Ha difeso la sua personalità molto bene, iniziando con la danza e finendo per preferire l’arte della recitazione, mantendo salda la sua identità. Spesso investita di ruoli eccentrici e fragili, che ricalcano le orme del padre nei risvolti comici e nella gestualità impacciata ed elegante, non ha mai cercato di imitarlo.

Il regista Ron Howard apprezza il lavoro e ingaggia i due fratelli per dirigere l’episodio pilota della serie della Fox Ti presento i miei (2003 2005), per cui vincono un Emmy. Nel 2004 dirigono tre episodi di Lax, serie tv incentrata sulla gestione dell’aeroporto di Los Angeles. Nel 2006 tornano al cinema per dirigere la riuscita commedia Tu, io e Dupree, con Owen Wilson, Kate Hudson e Matt Dillon, su una coppia di sposi novelli che danno ospitalità a un amico rimasto senza casa e lavoro, un eterno Peter Pan.

Da quel momento in poi, le proposte cinematografiche saranno tantissime: Unico indizio: una sciarpa gialla (1971) con Faye Dunaway e l’avventuroso La collera di Dio (1972) con Robert Mitchum e Rita Hayworth, tanto per citare i più importanti.Il divorzio per amore di Whoopi GoldbergNel 1973, recita soprattutto in televisione (qualche episodio del telefilm Macrus Welby), dove sarà spesso compagno di set di Blythe Danner, ma ancora più successo avrà a teatro dove emergerà in spettacoli come “Seascape” (1975), che gli farà vincere un Tony Award come miglior attore non protagonista. Il 14 giugno 1977, si sposa con l’attrice Ruth Weil, dalla quale avrà due figli, ma il matrimonio naufragherà nel 1996, quando cioè Frank Langella si legherà sentimentalmente all’attrice Whoopi Goldberg, conosciuta sul set della pellicola Eddie (1996), con la quale convivrà fino al marzo del 2001.Il successo di Dracula e l’importanza del teatroDiventa Dracula nell’omonimo spettacolo teatrale (ottenendo una nomination come miglior attore), con un successo tale che la produzione inglese gli chiederà di trasporre lo stesso spettacolo in un film del 1979, nel cui ruolo del Dottor Van Helsing vedremo nientemeno che Laurence Olivier. Nonostante il buonissimo successo al botteghino, sceglierà comunque di rimanere più sul palcoscenico che al cinema, raramente infatti, lo si vedrà recitare in televisione o sul grande schermo.

Dal film con Bob Hope, Michèlle Mercier e Yvonne De Carlo I guai di papà (1964) di Jack Arnold alle pellicole di J. Lee Thompson, da La signora e i suoi mariti (1964) con Paul Newman, Robert Mitchum, Dean Martin e Gene Kelly a I due seduttori (1964) con Marlon Brando e David Niven, passando per Scusa, me lo presti tuo marito (1964) di Jack Lemmon. In tutti questi titoli, la Bouchet è, di volta in volta, una passeggera in un aeroplano, una ragazza tedesca o un’addetta alla reception.

Lascia un commento