Jumbo Headline!

Got something important to say? Then make it stand out by using the jumbo headline option and get your visitor’s attention right away.

Prezzo Ray Ban Da Vista

Uno schietto e semplice ragazzo americano si reca nella capitale per prendere possesso di un’ingente eredità. Una giornalista, fingendosi povera e bisognosa d’aiuto, lo avvicina per descrivere sul giornale, che così va a ruba, il suo comportamento da sempliciotto. Finirà per innamorarsi di lui e lo aiuterà a difendersi dagli avvoltoi che tentano di dimostrare la sua pazzia (si è messo a regalare soldi ai poveri) per strappargli il patrimonio.

Suo fratello Valerio, commerciante, si prende cura di lui e, di volta in volta, è costretto a mascherarsi da mamma e da papà per soddisfare le esigenze di Antonio. Fra i due tenta inutilmente di mettere ordine Marianna, la fidanzata di Valerio. Attento a ogni sfumatura di un testo fra i più validi della recente produzione drammaturgica italiana, Haber si dimostra regista attento e inventivo e dirige se stesso e i suoi compagni di avventura in modo ispirato confezionando un’opera che riceve un’ottima accoglienza della critica.”La valigia dell’attore” a teatro e non soloAnche a teatro la sua recitazione nevrotica e versatile ottiene unanimi consensi, recitando in “Orgia” di Pasolini e in “Woyzeck” di Bchner.

Attori diversi ma complementari a cui è stato affidato un soggetto comico da affiancare a quello sentimentale dei più giovani protagonisti.Come Peter SellersVincenzo Salemme: Sono lusingato di essere stato chiamato per la seconda volta sul set di Massimo Boldi con cui avevo già condiviso l’esperienza felice di Olè. Amo le canaglie e dunque sono contento di essermi ritagliato di nuovo il ruolo di “antipatico”, un padre di famiglia ossessionato dalla ricchezza e disposto per denaro a concedere la figlia in sposa al noioso figlio di un magnate svizzero. Spero di replicare in futuro perché adoro lavorare con Massimo e guardarlo lavorare; il suo ultimo personaggio poi mi ha molto divertito e ricordato la follia anarchica del Peter Sellers di Hollywood Party.Donne Massimo Ceccherini: Non mi è affatto dispiaciuto interpretare un lavapiatti affascinato dalle donne mature perché anche nella vita sono un estimatore.

Vai alla recensioneUn ragazzo, assiduo frequentatore di corse clandastine, viene preso dalla polizia, così è costretto ad andare a Tokyo dal padre, per evitare di entrare in riformatorio(cosa che non ha alcun senso, da quando in quà, se uno va in un altra nazione le accuse su di lui cadono?). Protagonista con un espressione e che rimane sullo schermo senza nessun effetto empatico; molto meglio i ragazzi giapponesi, molto espressivi e che danno, loro si, un tono al film. Per il resto, trama assolutamente banale e corse in auto [.].

Lascia un commento