Jumbo Headline!

Got something important to say? Then make it stand out by using the jumbo headline option and get your visitor’s attention right away.

Occhiali Da Sole Ray Ban Uomo 2016

Nessun complesso per il titolo di sex symbol hot degli anni Quaranta e Cinquanta, ma tanto orgoglio. L’alta e sinuosa Jane Russell fu una delle attrici americane più interessanti della storia del cinema mondiale. Un’indimenticabile protagonista femminile di un piccolo numero di pellicole, dove riuscì a conquistare lo spettatore ben oltre le sue forme da capogiro e il suo sguardo sconvolgente.

Con lo stesso regista firma, nel 2011, anche Che bella giornata, in cui sventerà con la sua ingenuità un attentato terroristico alla “Madunnina” milanese. Nel 2013 torna al cinema diretto da Gennaro Nunziante con Sole a catinelle e nel 2015 è protagonista (sempre diretto da Nunziante) di Quo vado, in cui interpreta un impiegato disposto a tutto pur di non perdere il posto fisso. Come molti altri comici che lo hanno preceduto, Zalone si lancia nel mondo del cinema portando il suo personaggio, senza distaccarsi particolarmente da quello che ha portato sul piccolo schermo.Il titolo completo potrebbe essere fenomenologia socio cine culturale di Checco Zalone.

Lise, una regista francese (Marina Hands), attraversa il Canada in treno, in mezzo alla neve, dalla costa orientale a quella occidentale. Il viaggio la conduce da Alexandra (Maya Sansa), medico di frontiera e ultima compagna del suo ex marito, un artista, clown e performer di fama mondiale (James Thiérrée) scomparso nel nulla. Ciascuna delle due donne cercherà di capire come l’uomo della propria vita abbia amato l’altra.

E con Ufficiale e Gentiluomo (1982) di Taylor Hackford, accanto a Richard Gere, riceve la sua prima nomination all’Oscar. La sua reputazione e il suo grande talento emergono anche in Voglia di tenerezza (1983) di James L. Brooks, con Jack Nicholson e Shirley MacLaine, con la quale però avrà uno scontro fortissimo sul set che culminerà in una vera e propria rivalità quando entrambe saranno nominate all’Oscar nella stessa categoria: quella di miglior attrice protagonista per lo stesso film.

E l’amore fatale non è un solo amore, ma di certo uno ha il sopravvento su altri amori esibiti dai protagonisti. Perchè ciò che accade all’inizio segnerà l’esistenza di chiunque era presente in quella circostanza. Un giovane insegnante (Daniel Craig), l’uomo dello champagne, pagherà un prezzo più alto, malgrado l’amore per e di Clair (Samantha Morton), la sua compagna: subirà un vero assedio amoroso da parte di un personaggio fisicamente repellente ed umanamente sopra le righe, che usa atteggiamenti messianici, mischiando sacro e profano al solo scopo di schermare la sua omosessualità, che si manifesta in special modo con un’avversione metodica nei confronti di Clair.

Lascia un commento