Jumbo Headline!

Got something important to say? Then make it stand out by using the jumbo headline option and get your visitor’s attention right away.

Occhiali Da Sole Ray Ban Originali

Il sole che basso si frammenta sulle onde calme, il rosmarino che s lento, incorniciano la figura di mia madre: la sto guardando perché, appena sull della casa dei parenti di Ischia, i bagagli ancora appoggiati per terra, ha risposto ad una chiamata sul cellulare. Sono ipnotizzato, non riesco a smettere di fissarla. Non è una normale telefonata, c qualcosa di molto importante che sta succedendo.

Per restare in ambito musicale, restano da ricordare, in un esuberante cameo come dee jay, Henry Rollins, cantante rock prestato quasi definitivamente al cinema, e il mago del techno pop (e altro ancora) Moby, nel ruolo del leader del gruppo heavy “Secretaries of Steak”, assolutamente e ironicamente in contro tendenza con l’immagine ufficiale dell’artista.La presenza di Malcom McDowellUn altro punto a favore del film è la presenza di Malcolm McDowell nella parte del cacciatore di vampiri: pienamente conscio del carattere ironico sarcastico del suo ruolo, McDowell, benda nera su un occhio, si cala nella parte con considerevole aplomb, senza prendersi sul serio ma dando efficacia alle scene in cui compare. Curiosamente, Malcolm McDowell appare anche da giovane in un flashback realizzato utilizzando, con opportuno e sapiente montaggio, alcune scene tratte da O Lucky Man!, capolavoro colpevolmente dimenticato di Lindsay Anderson. Vedere quelle poche immagini ci ricorda la poliedricità di un attore come McDowell, comodamente ambientato nella sua odierna nicchia da caratterista ma capace di interpretazioni da protagonista di notevole spessore, anche al di là di Arancia meccanica.

Conosce Valeria, ricercatrice, giovane, dedita al proprio lavoro. Ma quando lei lo ospita a casa e racconta del suo girovagare per il mondo, saltano fuori dei bambini avuti da un africano, da un vichingo e da un filippino, dunque un nero un bianco e un giallo.Il vichingo, enorme, vive in casa e gira nudo, e sta per sposarsi, con un uomo, di colore. Quando Valeria ha occasione di rimproverarlo, Checco dice “ah, qui sarei io quello strano.” Il modello Valeria, che pure estremizzato rappresenterebbe integrazione, vedute larghe e progressiste, omologazione felice, superamento delle barriere etniche, morali e civili, alla fine viene ricondotto nella dimensione “strana”.

L’attore britannico Michael York iniziò la sua illustre carriera quarantasei anni fa presso il National Youth Theatre, con cui interpretò Shakespeare a Londra e in Europa, per poi esibirsi a lungo presso la Oxford University. Entrò nella nuova compagnia del National Theatre di Laurence Olivier nel 1965, e quello stesso anno debuttò al cinema ne La bisbetica domata di Franco Zeffirelli, con Richard Burton ed Elizabeth Taylor. Interpretò anche Teobaldo nell’acclamato Romeo e Giulietta di Zeffirelli (1968).Fu anche protagonista di una delle prime produzioni della Merchant Ivory Productions, Soltanto se tu vuoi (1969).

Lascia un commento